Livorno, prima la critica. Ma non era prima la maglia?

Come Il Tirreno ha raccolto a lungo i pareri di mister Orrico, grande allenatore e grande persona, esordiamo con i pareri del nostro mister. Leans, così chiamato da un gruppo di amici, oltre ad essere un allenatore professionale, non solo sull’aspetto tecnico-medico ma anche educativo, è un tifoso viscerale del Livorno. Occhio e passione si tengono così assieme nell’analisi delle prestazioni del Livorno.

Mister allora due parole dopo la partita con la Juve Stabia

“Bene la squadra ma male il pubblico: siamo di fronte a continui malumori, non sempre giustificati e giustificabili. Non siamo impazziti ma semplicemente troppo spesso il pubblico tende a piangersi addosso, questo sinceramente non ha mai portato grandi fortune nè nella vita quotidiana tanto meno nello sport”

Lei ha quindi un’idea positiva di Breda, specie dopo la partita di domenica, dove il mister è passato alla difesa a quattro dopo un primo tempo in netta difficoltà dietro

“Sarebbe il caso di cominciare a vedere il bicchiere mezzo pieno perché Attaccare il mister un giorno si e l’altro pure non porta da nessuna parte oltre a non rendersi conto di come giochiamo”

Già, come giochiamo? come la vede al di là delle polemiche sui moduli?

“Il Livorno ad oggi è la squadra che costruisce più gioco in assoluto, è più spesso padrone della partita di qualunque altra squadra che ha fino ad ora incontrato fatta eccezione, forse, a Frosinone”

Eppure a Frosinone una buona mezz’ora iniziale l’abbiamo fatta

“Infatti, mi terrei caro Breda che è riuscito, nonostante una considerevole mole di giocatori nuovi ci cui alcuni non pronti e diversi infortuni , ad assemblare una squadra e riuscire a farla esprimere, seppur a tratti, a livelli che non vedevo da tempo”

Da quanto tempo non vedeva sprazzi di gioco di quel livello?

“A memoria mia dall’anno di Nicola in serie B”

Quindi nonostante abbiamo toccato anche l’ultimo posto in classifica, e dopo la vittoria all’ultimo minuto con la Juve Stabia, possiamo stare tranquilli

“Secondo il  mio modesto parere è una squadra che deve essere solo lasciata lavorare in pace. Va sostenuta il più possibile, proprio perché per noi esiste sooltanto la maglia e, a più riprese, questi ragazzi hanno dimostrato di tenerci alla maglia. Come proprio con la Juve Stabia:  hanno dimostrato di tenere anche al proprio Mister, allora posso assicurare che se la squadra è compatta come sembra ci farà divertire e ci toglierà anche grandi soddisfazioni come l’ultima nel derby.

redazione

 

Print Friendly, PDF & Email
Copy link

In questo sito usiamo cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire al sito di funzionare correttamente e per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .

Privacy policyCookie policy.